Recensione di Steampunk style Jewelry di Jean Campbell

copertina L’ autrice Jean Campbell con il suo “Steampunk style jewelry” mostra come creare a tema romantico vittoriano e fantasy collane, bracciali e orecchini. OVVIAMENTE tutte con la componente Steampunk ben chiara e utilizzata come base di partenza. Questo how-to di bigiotteria-oreficeria presenta il lavoro di una serie di designer di gioielli influenzati dalla tendenza Steampunk che è sempre più in crescita. Nei circoli Steampunk (principalmente all’estero), i  creatori di gioielli sono spesso maestri fabbri che combinano oggetti trovati con metalli pregiati per creare pezzi elaborati e particolari. In Steampunk-Style jewelry, si troveranno le basi per poter capire e provare a riprodurre le immagini di “copertina” di ogni progetto presentato all’interno del libro, tenendo presente che tutte le procedure utilizzate vengono focalizzate su di un ben definito progetto: “riuscire a fare gioielli senza dover scaldare, fondere e saldare pezzi” quindi concentrandosi sulla tecnica del “no fire” come:

copertina L’ autrice Jean Campbell con il suo “Steampunk style jewelry” mostra come creare a tema romantico vittoriano e fantasy collane, bracciali e orecchini. OVVIAMENTE tutte con la componente Steampunk ben chiara e utilizzata come base di partenza. Questo how-to di bigiotteria-oreficeria presenta il lavoro di una serie di designer di gioielli influenzati dalla tendenza Steampunk che è sempre più in crescita. Nei circoli Steampunk (principalmente all’estero), i  creatori di gioielli sono spesso maestri fabbri che combinano oggetti trovati con metalli pregiati per creare pezzi elaborati e particolari. In Steampunk-Style jewelry, si troveranno le basi per poter capire e provare a riprodurre le immagini di “copertina” di ogni progetto presentato all’interno del libro, tenendo presente che tutte le procedure utilizzate vengono focalizzate su di un ben definito progetto:”riuscire a fare gioielli senza dover scaldare, fondere e saldare pezzi” quindi concentrandosi sulla tecnica del “no fire” come: La semplice “incordatura” L’uso di filo metallico come base di lavoro La tecnica di martellamento La stampigliatura dei metalli L’immancabile incollaggio La forma di cucitura E non ultima l’imperlinatura

La semplice “incordatura” L’uso di filo metallico come base di lavoro La tecnica di martellamento La stampigliatura dei metalli L’immancabile incollaggio La forma di cucitura E non ultima l’imperlinatura

Anche un principiante può creare pezzi in stile. Ogni progetto prevede tutto il materiale completo e la lista strumenti, il passo-passo, le istruzioni e le illustrazioni che risultano molto chiare. Questo libro offre un’ampia panoramica di un trend in crescita che è partito dalla letteratura per poi insinuarzi nel design industriale, in quello della moda, e la scena di subcultura pop. I lettori potranno conoscere il movimento artistico, per sommi capi, dato che tra un progetto e l’altro vi è un piccolissimo riassunto di altre realtà contamminate dallo spirito steam e qundi l’autrice con un poderoso volo di gabbiano prova ad instillare in chi legge il suo libro altre curiosità oltre a quelle di creazione di gioielli alternativi. A differenza di altri libri sul tema che abbiamo valutato e recensito, questo manuale propone e spinge il lettore a provare le tecniche per fare propria gioilelleria e propri accessori senza per forza dover riproporre la stessa identica serie di oggetti e regala una visione nuova per metodi e mezzi (un esempio è un trafiletto sui vetri radium di come trattarli e di come usarli oppure le precauzioni con materiali chimici). Unica pecca a mio avviso è che si presentano sul libro “solo” 22 progetti (ovviamente scherzo). Diciamo che il punto debole riscontrato è che l’autrice si è “fossilizzata” troppo sui ciondoli e sulle collane che non su altro quali anelli e orecchini, quindi avendo pochissimo spazio per accessori e gioielli per i maschietti. In conclusione, come per altri libri che abbiamo recensito la mancanza di “agibilità” con la lingua inglese può creare problemi a chi ha tra le mani questo libro. A differenza di altri però le foto e i disegni chiarificativi riescono in buona parte a sopperire, ma vi esorto comunque ad avere almeno le basi di lla lingua inglese per poter lavorare con questo libro. Buon lavoro Doc Sandman

Anche un principiante può creare pezzi in stile. Ogni progetto prevede tutto il materiale completo e la lista strumenti, il passo-passo, le istruzioni e le illustrazioni che risultano molto chiare. Questo libro offre un’ampia panoramica di un trend in crescita che è partito dalla letteratura per poi insinuarsi nel design industriale, in quello della moda, e la scena di subcultura pop. I lettori potranno conoscere il movimento artistico, per sommi capi, dato che tra un progetto e l’altro vi è un piccolissimo riassunto di altre realtà contamminate dallo spirito steam e qundi l’autrice con un poderoso volo di gabbiano prova ad instillare in chi legge il suo libro altre curiosità oltre a quelle di creazione di gioielli alternativi. A differenza di altri libri sul tema che abbiamo valutato e recensito, questo manuale propone e spinge il lettore a provare le tecniche per fare propria gioilelleria e propri accessori senza per forza dover riproporre la stessa identica serie di oggetti e regala una visione nuova per metodi e mezzi (un esempio è un trafiletto sui vetri radium di come trattarli e di come usarli oppure le precauzioni con materiali chimici). Unica pecca a mio avviso è che si presentano sul libro “solo” 22 progetti (ovviamente scherzo). Diciamo che il punto debole riscontrato è che l’autrice si è “fossilizzata” troppo sui ciondoli e sulle collane che non su altro quali anelli e orecchini, quindi avendo pochissimo spazio per accessori e gioielli per i maschietti. In conclusione, come per altri libri che abbiamo recensito la mancanza di “agibilità” con la lingua inglese può creare problemi a chi ha tra le mani questo libro. A differenza di altri però le foto e i disegni chiarificativi riescono in buona parte a sopperire, ma vi esorto comunque ad avere almeno le basi di lla lingua inglese per poter lavorare con questo libro. Buon lavoro.
Doc Sandman

Pubblicato da: