La Trilogia SteampunkThe Steampunk Trilogy

La copertina del libro

Titolo: La Trilogia Steampunk
Autore: Paul Di Filippo
Editore: Delos Books
Pagine: 320
Prezzo copertina: 14,90 €
Data pubblicazione: 15 novembre 2011

Title: The Steampunk Trilogy
Author: Paul Di Filippo
Publisher: Delos Books
Pages: 320
Cover price: 14.90 €
Published: November 15, 2011

Torna proprio in questi giorni La Trilogia Steampunk di Paul Di Filippo, riedizione di una raccolta di racconti del 1995 e nota per aver dato il nome al genere (Di Filippo fu il primo a usare il termine Steampunk proprio nel titolo dell’opera).

Il libro era già stato proposto al pubblico da Editrice Nord nel 1996 e nel 1998 ed ora è stato recuperato e portato a noi, in una nuova veste, da Delos Books  al prezzo di 14,90€.

Di sicuro lo steampunk di Di Filippo non sarà quello che molti di voi si aspettano, non ci sono aeronavi, goggles o uomini-robot a vapore poiché nel libro è racchiusa l’essenza stessa del genere: una visione moderna, sovversiva, pungente e quindi “punk” del passato ottocentesco-vittoriano e per trasposizione una satira dei pregiudizi dei giorni nostri.

La Trilogia Steampunk riunisce tre romanzi brevi, Vittoria (Victoria, pubblicato per la prima volta su Amazing Stories del giugno 1991), Il feticcio rubato (Hottentots, in precedenza inedito) e Walt ed Emily (Walt and Emily, uscito nel 1993 su Interzone).

QUARTA DI COPERTINA

Tra i tanti sottogeneri del fantastico, della fantascienza e del fantasy, lo Steampunk è uno dei più affascinanti, con i suoi scenari vittoriani, con le sue straordinarie tecnologie senza elettronica ed elettricità ma basate su ingranaggi e motori a vapore. Tra i pionieri del genere, che annoverano nomi come Tim Powers, William Gibson, Bruce Sterling e Alan Moore con la sua Lega degli Uomini Straordinari, un posto particolare spetta a Paul Di Filippo, primo a usare il termine Steampunk in un titolo proprio con il presente libro. La Trilogia raccoglie tre romanzi brevi ambientati nel diciannovesimo secolo, in una girandola di avventure narrate con l’arguzia e il consueto filo di ironia che caratterizza Paul Di Filippo. Cos’è accaduto alla regina d’Inghilterra? È realmente lei la creatura dagli strani appetiti che da qualche tempo siede sul trono dell’Impero Britannico?

L’AUTORE

Paul di Filippo

Paul Di Filippo vide la luce nel 1954 a Providence, piovosa cittadina del Rhode Island già nota per aver dato i natali all’oscuro scrittore H.P. Lovecraft. Fin dai suoi primi scritti l’Autore manifestò doti di eclettismo, originalità, e imprevedibilità riconosciuta anche dai più arguti tra i critici. Spaziando le sue storie tra tutti i sottogeneri dell’affabulazione cosmogonica, l’Autore fu tra i primi a raccontare storie fantatecniche del regno della regina Vittoria, fondando con altri il genere Steampunk, di cui la famosa Trilogia che presentiamo è un fulgido esempio. Esercita inoltre l’attività di severo critico letterario per le più importanti riviste americane. Negli ultimi anni l’Autore è impegnato nella stesura di testi per novelle grafiche.

The Steampunk Trilogy by Paul Di Filippo is back in these days, new edition of a collection of short stories from 1995 and known for giving its name to the genre (Di Filippo was the first to use the term “steampunk” in the title of the work).

The book had already been offered to the public by North Publishing in 1996 and 1998 and has now been recovered and brought to us with new look, from Delos Books, at a price of € 14.90.

Certainly Di Filippo’s steampunk is not what many of you expect, there aren’t airships, goggles or steam- powered robot since in the book is contained the essence of the genre: a modern, subversive, biting and then “punk” vision of the Victorinan past and, for transposition, a satire of today’s prejudice.

The Steampunk Trilogy brings together three short novels, Victoria (published for the first time on Amazing Stories, June 1991), Hottentots (previously unreleased) and Walt and Emily (released in 1993 on Interzone).

BACK COVER
Among the many sub-genres of fantasy, science fiction and fantasy, steampunk is one of the most fascinating, with its Victorian scenarios, with its unique technology, without electronic and electricity but based on gears and steam engines. Among the pioneers of the genre, which include names such as Tim Powers, William Gibson, Bruce Sterling and Alan Moore with his League of Extraordinary Gentlemen, a special place belong to Paul Di Filippo, the first to use the term Steampunk in the title of this book. The Trilogy collects three short novels set in the nineteenth century, in a whirlwind of adventures narrated with wit and irony that characterizes the usual string of Paul Di Filippo. What happened to the Queen of England? Is she really the creature with strange appetites that sitting on the throne of the British Empire?

THE AUTHOR
Paul Di Filippo was born in 1954 in Providence, Rhode Island’s rainy little town already known for being the birthplace of the dark writer H.P. Lovecraft. From his earliest writings, the author showed qualities of eclecticism, originality, unpredictability, recognized even by the most clever among the critics. The author was among the first to tell fanta-technic stories of the reign of Queen Victoria, founding with others the Steampunk genre, of which the famous trilogy we present is a shining example. He shall also review the activities of severe literary critic for leading American magazines. In recent years the author has been involved in writing texts for graphic novels.

Pubblicato da:

Published in: on novembre 18, 2011 at 7:10 pm  Comments (1)  
Tags: , , , , , ,