Report della serata Handful of Metal 24/02/2012

Venerdì 24 febbraio scorso durante questo festival, dove si sono susseguiti diversi gruppi di realtà territoriali differenti e di differenti generi, alcuni nostri prodi Mercenari STIM hanno portato “il verbo” di Steampunk Italia a Palazzo granaio a Settimo milanese.

Nello specifico, la Creavedove Lady Corvinia Barker, l’Osservatrice Temperance Wrayburn, Doc SANdMAN e Richard Master III.

A livello sonoro siamo partiti con del Metalcore fatto dai “Last breath before silence” proveniente da Arona, passando per i “Balrog” con il loro Heavy Metal a più sfaccettature provenienti dalla Varesina, andando poi nelle terre alessandrine grazie ai “The Ritual” (che fanno Heavy Melodic Core); ripartendo poi per questo viaggio immaginario con i “Sixty Miles Ahead” che ci portano il loro Hard Rock di qualità dalle lande di Milano. A chiusura della serata come headliners i “Bejelit” i quali hanno deciso di farci sentire i pezzi del loro nuovo album “Emerge” (in uscita il 26 di aprile), album carico di Power Metal con venature thrash.

Durante l’evento noi di Steampunk Italia abbiamo dato spolvero delle nostre attività, abbiamo dato risposte a chi ha chiesto incuriosito chi fossimo e soprattutto cosa fosse Steampunk Italia e lo Steampunk in genere.

Abbiamo avuto due nuovi associati, che ringraziamo dal profondo delle nostre caldaie, ed abbiamo creato i presupposti per una ulteriore consapevolezza di cosa sia lo Steampunk e provato quindi ad ampliare gli orizzonti di questo movimento anche da noi in Italia e non solo nell’ambito di realtà dark ed elettrodark.

L’affluenza a Palazzo granaio ha superato le nostre aspettative e qui di seguito inseriamo alcune foto per dare l’idea visiva di cosa è stato l’evento.

foto dello stand mentre lo stavamo allestendo.

foto di uno dei neo associati, mentre compila il modulo di iscrizione

Un assaggio del pubblico presente mentre suonavano i Bejelit.

STAY STEAM

Pubblicato da: