Steampunk Italia alla Fortezza delle Verrucole

Il giornalista ed esploratore britannico Henry Morton Stanley resta celebre per la battuta risalente al 1871, quando dopo anni dalla scomparsa del collega David Livingston, ritrova quest’ultimo in un villaggio africano e senza perdere flemma e formalismi tipici dell’epoca dice semplicemente :” Il dottor Livingstone suppongo”.

Noi steampunk, lontani da tali imprese esplorative, non ci siamo comunque tirati indietro nonostante il caldo ed abbiamo optato per un più pacifico pic-nic presso la Fortezza delle Verrucole, ubicata a San Romano in Garfagnana vicino a Lucca. Ad aspettarci la prima impresa, una ripida salita resa un po’ faticosa dalla calura estiva, ma noi intrepidi esploratori non potevamo certo arrenderci per così poco, d’ altra parte chi è dedito allo steampunk sa che sudore ed abnegazione sono assolutamente necessari. 

Varcato l’ingresso ci siamo ritrovati in un mondo antico, da una parte il sentiero che porta ai baluardi, dall’altra la scalinata per il torrione. In pochissimo tempo tutto il gruppo si è riunito dentro le mura e diretto verso la zona compresa tra la struttura militare detta casamatta e la rocca quadra per trovare un po’ di ombra, stendere le tovaglie, aprire i cestini di vimini, e dare inizio al pranzo degli esploratori. 

Nel pomeriggio ha avuto luogo la visita della fortezza, Diego, la nostra guida ci ha abilmente raccontato tutte le curiosità legate all’ antico edificio, a partire dal suggestivo nome di Verrucole dovuto al termine veruca, ovvero alta e aspra cima del monte, passando per le sue radici storiche che affondano nel medioevo con la presenza di un nucleo sia militare che abitativo ad opera dei conti Gherardinghi fino alla struttura risalente al rinascimento ed esistente ancora oggi, presidio militare dei duchi D’este di Ferrara.

Come prima cosa Diego ci ha accompagnato all’ingresso e mostrato un elemento difensivo dal nome caditoio costruito per sporgere dalle mura e munito di fori per gettare liquami sui nemici, e non olio come i più sono portati a credere vista la scarsa disponibilità nel territorio, e qui la seconda impresa del giorno, il recupero di un cappello in perfetto stile colonico, precipitato con tutti i suoi ammenicoli lungo il pendio.

Rientrati siamo saliti fin su un piccolo spiazzo dove è collocato un mangano perfettamente funzionante, vista la possibilità di provarlo, i nostri prodi uomini non hanno perso tempo e si sono cimentati nella terza prova eroica del giorno, ovvero il lancio di una palla medica con questa grande macchina da guerra. Il primo tentativo non proprio riuscito, non ha scoraggiato i nerboruti valorosi che con un secondo deciso e più potente tiro delle funi hanno strappato le acclamazioni dei presenti. Proseguendo alla nostra destra abbiamo visitato l’orto dei semplici, un’ area dedicata alla coltura delle piante officinali tra cui l’ artemisia, da qui ci siamo diretti all’ imponente mastio chiamato rocca tonda, al suo interno le diverse stanze, dalla cucina alla sala delle armi, raccontano la vita e le abitudini degli uomini dell’epoca, come andavano vestiti, come cucinavano e cosa mangiavano, ed ecco la quarta impresa, la vestizione di Vittorio ad armigero pronto per la guerra. Passando vicino allo scavo archeologico che rivela la piccola struttura originaria della torre ci dirigiamo all’ emporio. Finita la visita è partita la quinta impresa, una piccola caccia al tesoro sui bastioni della fortezza dove i più veloci a decifrare gli indovinelli hanno trovato ben tre premi, un lembo di cuoio con la stampa di una mappa, una custodia con una fiala contenente dei misteriosi cristalli ed un paio di google. A questo punto la giornata ha iniziato ad essere molto più clemente regalandoci una fresca brezza. Andati a sederci sotto la tettoia del punto di ristoro abbiamo dovuto superare la sesta ed ultima impresa, il nostro amico Stefano ci ha infatti fatto trovare delle squisite torte per festeggiare il suo compleanno e noi non potevamo non terminarle e non brindare con lui. Con un bellissimo tramonto a fare da cornice al nostro rientro abbiamo ripreso la strada di casa percorrendo nuovamente la stradina impervia che quel mattino aveva fatto esclamare ai più : “mannaggiamachimelohafattofarediscarpinareconquestocaldoinfernale!!!”

Link agli album fotografici:

Ph. Paolo Di Nunno.

Ph. Giovanni Bignone.

Ph. Katia Tolone.

Ph. Enza Bruscolini.

Ph. Annamaria Danti.

Ph. Massimiliano Ferraro.

Ph. Barbara Gazzarra.

Ph. Mari Lombardi.

Ph. Alessandra Sardo.

Pubblicato da:

Published in: on Giugno 27, 2022 at 5:44 pm  Commenti disabilitati su Steampunk Italia alla Fortezza delle Verrucole  
Tags: , , , , ,

Steampunk in Fiore

Sarzana, Atri fioriti 24/04/2022

Buongiorno amici del vapore, con l’arrivo della primavera si risvegliano i sensi, non sentite anche voi un inebriante profumo di fiori nell’aria? Intorno a noi la natura si ridesta gioiosa, ricca di una flora che sboccia in tutto il suo splendore per donare gioia ai molti che impazienti non vedono l’ora di goderne le meraviglie, ad altri che si organizzano con un fazzoletto in una mano e l’antistaminico nell’altra. Questa volta il nostro viaggio Spazio tempo ci ha portato a Sarzana che accoglie, come ogni anno, la manifestazione Atri Fioriti.

Per quattro giorni undici palazzi gentilizi e luoghi storici hanno ospitato nei loro atri altrettanti allestimenti floreali ciascuno accompagnato da un tema come la musica, la pace o il buon vino, in questa elegante cornice, nonostante una leggera pioggerella ha inizio la nostra passeggiata per il centro storico anch’esso vestito a festa tra gli sguardi curiosi e gli apprezzamenti dei passanti siamo stati immortalati dai fotografi tra le opere dei flower designer. Questi meravigliosi palazzi per l’occasione hanno aperto i portoni al pubblico dando la possibilità di usufruire di spazi e scorci che normalmente non sarebbero accessibili e noi anche se con un po’ di timore reverenziale ne abbiamo approfittato, tra le tante location spiccano l’atrio del comune di Palazzo Roderio ed il foyer del Teatro degli impavidi, un meraviglioso gioiello che ci ha trasportato immediatamente ad un epoca che tutti noi amiamo molto e di cui apprezziamo lo stile.

La nostra visita è proseguita passando dalla cattedrale di Santa Maria Assunta col suo dardo incastonato nella facciata verso Fortezza Firmafede, trattasi di un grande edificio risalente alla metà del 1200 che sorge nel centro cittadino, nei secoli diventò una roccaforte militare di grande importanza strategica, oggi ospita un museo e durante il periodo estivo un famoso evento di rievocazione medioevale con tanto di giostra equestre.

A coronare questa splendida giornata è arrivato anche il sole che subito dopo pranzo ha finalmente fatto capolino, visto l’ottimo auspicio non ci siamo fatti mancare un bel brindisi tutti insieme per celebrare un giorno passato tra amici, fiori, cibo e ingranaggi pronti per il prossimo viaggio.

Lady Cromatica.

Link agli album fotografici:

Ph: Maurizio Costanzo

Ph: Fabio Terenzoni

Ph: Foto dei Soci

Ph: Felice Mimosa

Ph: Marco Andreini

Ph: Bruce Hammers

Pubblicato da:

Published in: on Aprile 28, 2022 at 3:39 pm  Commenti disabilitati su Steampunk in Fiore  
Tags: , , , , , , , , ,

“DER SANDMANN” – Un nuovo cortometraggio tutto Steampunk!

❝ Una torbida presenza perseguita Nathanael, giovane studente universitario, e sembra ricondurlo nei violenti meandri della sua infanzia. Sotto l’assedio della mente, in un gioco di specchi ed ingranaggi, il protagonista sonderà allora una delle più antiche domande: qual è il punto in cui la realtà soccombe al delirio? ❞

LOCANDINA sandmann per menù (altro…)

Pubblicato da:

Lo Steampunk invade la Sardegna!

Pubblichiamo con infinito orgoglio il comunicato inviatoci direttamente dalla meravigliosa Sardegna!

“Ciao a tutti Amanti del vapore!

Ciò che andremo a costituire col nome di “Steam Time Machine” è sostanzialmente un gruppo in maschera accompagnato da carro allegorico per la partecipazione alla manifestazione carnevalesca de “Su Marrulleri”, ben nota in tutta la Sardegna, il 9 e 14 febbraio. Come di consueto, nella seconda giornata del carnevale marrubiese, sfileranno i più bei carri della regione lungo le vie del paese. L’evento giunge quest’anno alla sua trentottesima edizione e vanta annualmente decine di migliaia di presenze.

La nostra idea è quella di partecipare e presentare nel contesto carnevalesco il tema “steampunk”; non solo nella semplice sfilata in costume, ma, con l’ausilio del carro allegorico, proporre una video installazione artistica mobile accompagnata da trampolieri mangiafuoco e artisti di strada. L’obiettivo è mostrare un carnevale fuori dagli schemi attuali diffusi, del tipo “mini rave ambulante”. Ci sarà da bere e mangiare per tutti (gratuitamente per gli artisti). Speriamo vivamente che i più vicini e, magari, gli appassionati d’oltremare vogliano incontrarci e partecipare assieme noi a questa grande festa, condividendo insieme questa passione dalle molteplici sfaccettature.

Detto ciò vi saluto e ringrazio.
Vi aspettiamo numerosi!
A presto”

Che aspettate Steamers? Tutti in Sardegna!

 

Pubblicato da:

Published in: on Febbraio 1, 2016 at 1:40 pm  Comments (1)  

Com’è visto lo Steampunk? Ecco il punto di vista di Maurizio Bartolozzi

Vi siete mai chiesti come veniamo percepiti da coloro che non conoscono il nostro movimento? Ecco il punto di vista di Maurizio Bartolozzi, che è rimasto talmente affascinato dallo Steampunk da inaugurare una mostra!

MAURIZIO (altro…)

Pubblicato da:

Published in: on Novembre 23, 2015 at 1:45 pm  Lascia un commento  

Un nuovo Vaporosamente!

vapoUna nuova edizione di Vaporosamente è giunta al termine e si conferma per l’ennesima volta un appuntamento imperdibile per gli steamers italiani.

(altro…)

Pubblicato da:

Lucca Comics & Games 2015: arriva lo Steampunk!

Oh andiamo ragazzi, ve l’avevamo detto no? Non si può mancare all’evento dell’anno! In attesa delle conferme ufficiali (sappiamo tutti che più una manifestazione è grande più burocrazia necessita: è dunque evidente che un evento del genere richiede davvero taaanto lavoro per il quale non ringraziamo mai abbastanza gli organizzatori) possiamo confermarvi che i raduni e le opportunità di vedersi, chiaccherare, confrontarsi, sfilare e, perchè no, anche farsi guardare, non mancheranno!

Sul sito della manifestazione ci hanno già inserito per cui non temete steamers di TUTTA Italia e non, avremo anche quest’anno l’occasione di riunirci sotto un’unica bandiera e di dimostrare che anche nel nostro Paese la comunità steampunk è più viva che mai!

Lucidate i vosti aggeggi a vapore, le vostre Tesla-armi ed i vostri bulloni, Lucca sarà invasa dal vapore anche quest’anno!

Pubblicato da:

Lucca Comics and Games e ARTEFATTI MALEDETTI Mostra permanente di Andrea Falaschi

Cari steamers,

mentre ci adoperiamo, come ogni anno, per organizzare la colonizzazione steam del Lucca Comics & Games 2015 sfilando per le strade con i nostri mirabolanti artefatti a vapore vogliamo segnalarVi, con immenso orgoglio, una mostra permanente del nostro Frater Orion che inaugurerà il 19 Settembre proprio a Lucca.

ARTEFATTI MALEDETTI (altro…)

Pubblicato da:

Lo Steampunk italiano in radio!

Cari Steamers non mancate all’appuntamento!
Lunedì 22 Giugno 2015 durante il programma “This is Country Music” su Radio Onda Novara (88.9 FM) il nostro Presidente Doc. SANdMAN sarà intervistato da Dj Saverio in merito a Steampunk Italia ed al vapore nel nostro Paese.

Sintonizzatevi sulle frequenze di Radio Onda tra le 15 e le 16!

Stay Steam!!!!

https://www.facebook.com/radio.onda.novara?fref=ts

Pubblicato da:

Report: LAUS BOOKS & COMICS 2015

Come descrivere l’evento che gli S.T.I.M. attendono tutto l’anno? Sarà perché si parla di letteratura, sarà perché si promuove l’editoria indipendente e gli autori nostrani, sarà perché siamo molto legati ai ragazzi della LINEE INFINITE EDIZIONI ma ogni anno questo evento ci regala immense emozioni e grande soddisfazione. inaug                                                       Gli S.T.I.M. sostengono il nastro inaugurale! Abbandonata l’usuale location del castello di Pandino quest’anno il LAUS BOOKS & COMICS si è svolto per le vie di Lodi e, ci duole dirlo, l’aspetto coreografico ne ha sicuramente risentito: per quanto il centro cittadino sia splendido, la disposizione della fiera è risultata un po’ dispersiva. Detto questo (a dimostrazione che i mercenari sanno essere obiettivi) possiamo iniziare le sperticate lodi a questo evento e, soprattutto, alle persone che ogni anno creano questa magia. Grazie all’organizzazione impeccabile da subito tutto è cristallino sia agli espositori che agli avventori: ai punti di informazione, disseminati in punti strategici, c’erano persone competenti, volenterose e sorridenti pronte a fornire mappe, orari ed indicazioni; le conferenze sono state, come sempre, interessanti ed illuminanti (no dico… ma avete visto chi c’era quest’anno?) e gli espositori tanti, capaci e simpatici (conta moltissimo anche questo! Grazie ai nostri simpaticissimi vicini di stand LA PONGA EDIZIONI). Insomma steamers, ormai sapete che i mercenari S.T.I.M. sono tutt’altro che gentili ed affabili ma che dire: i ragazzi dello staff della LINEE INFINITE EDIZIONI sono riusciti, come ogni anno, a regalare una scintilla di vita ai nostri cuori induriti da viaggi e battaglie. Grazie. Grazie perché le parole, per descrivervi, non sono sufficienti. Grazie a Simone Draghetti perché i suoi occhi sorridenti dimostrano passione e rispetto per ciò che fa (credete sia scontato? Vi assicuriamo che non è affatto così). Grazie a Stefano Devecchi entusiasta promoter e guida cittadina che ci ha accompagnato e raccontato Lodi. Grazie a TUTTO lo STAFF, nessuno escluso (vorremmo davvero nominarvi ed abbracciarvi uno ad uno) non solo per la professionalità e l’organizzazione ma anche per il sorriso. Nonostante la stanchezza, nonostante le pressioni, non uno di voi ha perso il sorriso né la professionalità (Simone sii davvero fiero di ognuno di questi ragazzi!). Cosa dire di più? Se ve lo siete persi, segnatevelo perché il prossimo anno, noi ci saremo.

Pubblicato da: